Nuova Sabatini

Home » Nuova Sabatini

Tramite la Legge Sabatini, migliaia di piccole e medie imprese di ogni settore hanno acquistato beni strumentali a tasso agevolato, anche attraverso lo strumento della locazione finanziaria.

Istituita dal decreto-legge “del Fare” (art. 2 decreto-legge n. 69/2013), la Tecno-Sabatini si rivolge alle micro piccole e medie imprese (PMI), operanti in tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca, che realizzano investimenti in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché investimenti in hardware, software e tecnologie digitali (c.d. beni ordinari).

L’agevolazione prevede un contributo erogato dal Ministero dello sviluppo economico pari al 2,75%, su un piano convenzionale di ammortamento con rate semestrali costanti e della durata di 5 anni, di importo corrispondente al finanziamento.

Con la legge di bilancio 2016 la misura, prorogata fino al 31 dicembre 2018, è stata “rinnovata” e sono stati ammessi ai finanziamenti e ai contributi gli investimenti in big data, cloud computing, banda ultralarga, cybersecurity, robotica avanzata e meccatronica, realtà aumentata, manifattura 4D, Radio frequency identification (RFID) e i sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti (c.d. beni 4.0).

Per tali ultime tipologie di investimenti in tecnologie, il contributo statale in conto impianti è concesso con una maggiorazione del 30% (pari al 3.575% anziché al 2.75%), fermo restando il rispetto delle intensità massime di aiuto previste dalla normativa europea applicabile in materia di aiuti di Stato.

Banche e intermediari finanziari possono concedere un finanziamento, di durata massima di cinque anni, che nel caso di locazione finanziaria inizia dalla data di decorrenza del contratto. L’importo finanziabile dovrà essere compreso tra un mimino di euro 20 mila ed un massimo di euro 2 milioni di euro. Il costo ammesso nel caso di leasing finanziario è quello fatturato dal fornitore dei beni all’intermediario finanziario al netto d’IVA.

Il finanziamento in leasing finanziario potrà essere assistito, con priorità di accesso, dalla garanzia del “Fondo di garanzia per le PMI”, fino al massimo previsto dalla vigente normativa (80% dell’ammontare del finanziamento).